Ti presento papà commedia copione teatrale

Ti presento papà

Copione vincitore

"Una commedia in cerca d'autori" - 2014

Commedia per 5 personaggi. 3 donne e 2 uomini o per 8 personaggi.

VOGLIO SCARICARE IL COPIONE:

Sinossi

​Due uomini si incrociano imbarazzati, tra un appuntamento e l’altro, in casa di una escort: sono entrambi preoccupati perché quella sera uno dei due conoscerà il nuovo fidanzato di sua figlia e l'altro incontrerà il padre della sua nuova fidanzata. Non possono certo immaginare che saranno proprio loro a rincontrarsi, ma lo scopriranno prestissimo. La loro reazione strampalata rimane un mistero per moglie e fidanzata, che cercano inutilmente  di dare un senso al loro comportamento. Una esilarante commedia degli equivoci, nella quale tutti i personaggi mentono e si provocano, portando all'esasperazione le contraddizioni della famiglia e della coppia nella società contemporanea.

Motivazione della Giuria

"L’autore è riuscito a calare la classica struttura della “commedia degli equivoci” nella realtà attuale con un linguaggio moderno e divertente. I personaggi, ben disegnati, alla fine ci danno un quadro di una società moderna, ma ancora piena di contraddizioni e ipocrisie che cerca di trovare un equilibrio tra nuove pulsioni e regole sociali consolidate. Non perdendo mai l’occasione per la battuta comica, la scrittura sfiora spesso il confine del “surreale”, restando così nel solco di quella tradizione della “commedia italiana” che fin dai tempi di Achille Campanile è stata fonte di successo dentro e fuori i confini del nostro paese."

ALTRI RICONOSCIMENTI

Gran Premio Fita - Friuli Venezia Giulia 2019

Miglior attrice caratterista - Compagnia il Bazar degli Strambi

Festival Nazionale di Teatro "Il Mascherone"  2018 - Teatro Comunale di Gries (Bz)

Miglior Caratterista - Compagnia Micromega

Festival Nazionale "Sipario d'oro" 2018 - Trento

Selezione - Compagnia Micromega

Premio Mecenate 2017

Nomination Miglior Attrice Protagonista - Compagnia Avanzi di Scena

Premio Teatrale Nuovi Talenti - Città di Tarquinia 2017

Miglior Attrice ProtagonistaCompagnia Avanzi di Scena

Miglior Attrice non Protagonista -Compagnia Avanzi di Scena

Breve storia del copione: tante storie in una storia

Ho scritto questa commedia nel 2014. Una storia che mi avevano raccontato mi era rimasta in mente per anni e, come tante altre, aspettava solo il momento di essere trasformata e portata in scena. Ecco la storia: un ragazzo si apparta con una prostituta in auto e nell'auto accanto c'è il padre della sua fidanzata, anche lui con una prostituta. I due, stando al racconto, fingono di non vedersi ma si vedono benissimo e sanno di essersi visti.

Questa situazione mi è sembrata il perfetto innesco di una commedia sull'ipocrisia, quindi l'ho adattata, aggiungendo altre cose che mi interessava dire, poi l'ho inviata al concorso "Una commedia in cerca d'Autore."

Sono andato ad assistere la serata di premiazione ed ero sicuro che non avrei vinto, altrimenti - mi dicevo - me lo avrebbero comunicato. Invece mi hanno chiamato sul palco. Avevo vinto.

Poi ci sono stati giorni frenetici di riunioni e telefonate.

Qui inizia l'altra storia nella storia: il titolo che avevo dato al copione era un altro! Ma la Produzione e la Giuria composta da direttori di Teatri, hanno valutato che il mio titolo non fosse abbastanza “vendibile”. Ricordo bene la scena, tutti intorno a un grande tavolo. Copione bellissimo ma il titolo... un po' meno. Ho superato il naturale attaccamento che come tutti a volte ho verso le mie idee e mi sono fidato della loro proposta: “Ti presento papà.”

La commedia è stata prodotta, ha debuttato al Teatro dei Servi di Roma e ha concluso la turnèe al Teatro Elfo Puccini di Milano, selezionata per EXPO 2015 - Padiglione Teatro.

Da allora, più di dieci compagnie l'hanno portata in scena in tutta Italia con grande successo.

Il primo allestimento del testo è stato realizzato dalla compagnia La Bilancia, Roma.

Con Ussi Alzati, Alessandra Bellini, Urbano Lione, Angelika Novak, Ivan Saladino.

Regia: Roberto Marafante, aiuto regia: Alberto Cassarino

Scene: Giuliana Kossuth, costumi: Giusy Nicoletti, luci: Stefano Valentini

 

Compagnia La Bilancia

Teatro Nino Manfredi, Ostia (Rm), 21-22-23 /11/2014

Teatro dei Servi, Roma, dal 25/11/2014 al 14/12/2014

Teatro Martinitt, Milano, dal 18/12/2014 al 04/01/2015

Teatro San Luigi, Concorezzo (MB), 20/01/2015

Teatro Argentia, Gorgonzola (MI), 21/01/2015

Teatro Manzoni, Busto Arsizio (VA), 19/02/2015

Teatro Ideal, Varedo (MB), 20/02/2015

Teatro Cristallo, Cesano Boscone (MI), 03/03/2015

Teatro Sociale, Bellinzona, Svizzera, 20-21/03/2015

Teatro San Rocco, Seregno (MB), 16-17/04/2015

Teatro Elfo-Puccini, Milano, 30/07/2015

To play, press and hold the enter key. To stop, release the enter key.

RECENSIONI

" (...) è una storia di bugie più o meno gravi concepite come un male necessario dell’essere umano e della natura in generale, come spiega il fidanzato della figlia dei due protagonisti, biologo che si interessa di una particolare orchidea che ‘inganna’ le api nell’accoppiamento assumendone la forma. In fondo è una menzogna ingenua, tanto che l’ape e questa speciale orchidea delle Hawaii vivono in simbiosi. Perché mai dovrebbe essere tanto grave per gli esseri umani? (...) Non resta la disillusione ma il sorriso di chi in fondo è pronto a riconciliarsi, a continuare a giocare con la vita e a chiudere un occhio che non è sempre distrazione, a volte è pazienza, accoglienza dell’altro e, perché no, complicità".

Ilaria Guidantoni, Saltinaria.it

*

Cinque buoni motivi per non perdersi ti presento papà'

"La trama! Un continuo gioco di equivoci, metafore e situazioni assurde per una storia che nasce da un incontro fortuito ed imbarazzante. Da qui è tutta un’escalation di malintesi, finzioni e pregiudizi che ruotano intorno a questo segreto. Eppure il messaggio, tra bugie, segreti e provocazioni, non è il giudizio sulla vita degli altri perché tutti hanno peccato in qualche modo, tutti sono fragili e vulnerabili. Il vero tradimento è prima verso se stessi, ma c’è sempre la possibilità di cambiare il proprio destino e quello di chi si ama".

Paolo Mattavelli, Duerighe.com

http://www.2duerighe.com/i-due-oboli-teatro-e-spettacolo/teatro/44292-cinque-buoni-motivi-per-non-perdersi-ti-presento-papa-al-teatro-martinitt-di-milano.html

*

"Gli ingredienti per la commedia perfetta ci sono tutti (...) La ricetta? Mettere cinque personaggi dai caratteri ben definiti fin dalle prime battute (...) mixare con eventuali scontri di genere e generazionali (...). L'equivoco incalza la situazione del primo atto a ritmo sostenuto, facendo sì che risulti quasi totalmente ribaltata nel secondo atto attraverso un procedimento drammaturgico improntato sulle specularità e su ottime dinamiche di riscatto e contrappasso".

Maria Raffaella Pisanu, Oltrecultura.it

*

"In questa commedia, abilmente costruita dal giovane commediografo Giuseppe Della Misericordia, il "senso dell’amore" torna prepotentemente protagonista, condito con comicità, rapidità e cinismo, in un’era in cui apparenza e fragilità sembrano mischiarsi nell’attualità dei rapporti umani, sentimentali e famigliari. Molto particolare la verve ironica dei personaggi ultramoderni."

La Provincia di Civitavecchia

*

Intervista a Linda Terziroli su La Provincia di Varese

http://www.laprovinciadivarese.it/stories/cultura-e-spettacoli/la-commedia-italiana-nata-a-varese_1072583_11/